Come dipingere sulla carta da parati


Introduzione

La rimozione della carta da parati, soprattutto se è attaccata al muro ormai da anni, può causare danni imprevisti alle pareti. Ma se è in buone condizioni e non hasegni di insufficiente adesione, non c'è ragione di perdere tempo e fatica per rimuoverlo prima di dipingere le pareti. Infatti, si tratta di un lavoro che richiede tempo e pazienza; quindi, la soluzione ideale è dipingere direttamente sulla carta da parati. Inoltre, se adeguatamente preparato, il muro sarà come se non avesse mai avuto carta da parati attaccata ad esso. Vediamo allora come dipingere sulla carta da parati.
Prima di cominciare il lavoro, è opportuno verificare che la superficie sia liscia e in buone condizioni. Per ottenere i migliori risultati, controllare che la carta da parati sia saldamente fissata alla parete e che tutte le cuciture siano vicine tra loro. In caso contrario, si può utilizzare un po' di pasta per carta da parati per colmare eventuali lacune.
A questo punto, occorre valutare lo stato della carta da parati. Se sono presenti delle imperfezioni, queste devono essere necessariamente sistemate prima di dipingere, affinché poi con la pittura non vengano rese ancora più evidenti. I graffi, i buchi e gli strappi possono essere visibili ad occhio nudo oppure possono essere rilevati grazie al tatto; per questo motivo, sarà sufficiente passare la mano su tutta la carta per sapere se il lavoro è eseguito in modo corretto. Ogni zona deve essere completamente attaccata al muro, quindi se è presente qualche angolo che non è ben fissato, lo si deve incollare al meglio.
In ogni fessura vi deve essere posto dello stucco e successivamente si deve trattare il tutto con della carta vetrata fine per prepararla alla pittura. Si può decidere di coprire i bordi, o le zone che non si vogliono dipingere, con del nastro adesivo così che il colore non fuoriesca. Adesso si deve distribuire in maniera uniforme un primer a base di olio o di gommalacca affinché la vernice successiva attecchisca completamente. In base al tipo di colore e di formula si potranno avere dei tempi diversi per l'essiccazione della colorazione, ma solitamente per la prima mano è necessario un giorno intero. Per dare una seconda mano di colore ci si deve rendere conto che il tutto sia asciutto e privo di imperfezioni. A questo punto la carta da parati è stata dipinta, si può togliere il nastro adesivo lungo i bordi e la stanza è pronta per essere nuovamente arredata in base ai propri gusti e alle proprie necessità.




1 commento: